Perché la Discriminazione al lavoro è una realtà ancora oggi?

Discriminazione e Lavoro,istituzioni e leggi,perchè è importante l’età nel mondo del lavoro?

La discriminazione al lavoro purtroppo è una realtà ancora esistente,gli atti discriminatori,secondo alcune stime ufficiali,non sembrano diminuire e rimangono all’accesso all’occupazione soprattutto per quanto riguarda l’età.

Le aziende generalmente scelgono come requisiti le competenze,al contrario di quanto si pensa l’età è un fattore importante,tanto che sempre più cinquantenni sono disoccupati e trovano difficoltà nel ricollocarsi nel mondo del lavoro

Oltre alle competenze un’altro requisito richiesto spesso è la cittadinanza italiana,le leggi comunitarie a questo proposito sono ben precise,tuttavia,per le categorie più svantaggiate,si dovrebbe sensibilizzare le modalità di accompagnamento all’impiego.

Nel mondo del lavoro i disabili e gli stranieri,e altre categorie svantaggiate,dovrebbero essere aiutate a trovare un impiego adeguato alle loro possibilità,le imprese disposte ad assumerli e i cosiddetti ‘svantaggiati’,dovrebbero in qualche modo essere messi in contatto diretto.

Chi di dovere dovrebbe fare il punto della situazione,le istituzioni stesse,per eliminare le barriere,dovrebbero incentivare le imprese dando la possibilità anche ai discriminati,aziende ed amministratori,di formare nuovi progetti e responsabilità sociali.

Società   Lavoro   Persone   Tutti+