Quali sono le origini dell’Interpretazione dei Sogni?

I sogni da sempre hanno accompagnato e accompagnano la nostra vita raccontando chi siamo.

I sogni ci permettono di comprendere quello che si cela nel nostro più profondo.

Le nostre emozioni e i sentimenti.

Le nostre paure e le scelte da affrontare nel nostro incoscio.

Quali sono le origini dell’Interpretazione dei Sogni?

L’interpretazione dei sogni trova le sue radici fin dai tempi antichi.

Già nel paleolitico infatti, alcuni graffiti ne testimoniano le prime tracce.

Nel periodo babilonese la premonizione del sogno era vista come strumento di predizione su eventi che ancora devono accadere.

La veridicità dei sogni in diversi contesti religioso-culturali, era considerato sotto forma di comunicazione tra due diverse realtà.

Ad eccezione per la religione cattolica, predire i sogni è stata vista come un evento in cui l’anima si connette con un’altra dimensione svelandone avvenimenti futuri.

Uno strumento di comunicazione il cui scopo era trasmettere al sognatore lo scopo stesso del sogno.

Artemidoro di Daldi

Artemidoro di Daldi fu il precursore delle moderne teorie sull’attività onirica.

Visse nel II secolo a.C, scrittore e fisico greco a lui si deve il primo testo su “L’interpretazione dei sogni”.

L’opera è una sorta di elenco dei vari sogni ricorrenti nella loro possibile interpretazione.

Suddivisi in sogni legati al passato, legati al presente e al futuro, profetici o simbolici, è stata fondamentale per quella che è la moderna interpretazione dei sogni.

Grazie ad essa si traccia la linea psicoanalitica e le correnti filosofico esoteriche.

Tuttavia vi è una differenza tra i sogni del passato, del presente e quelli del futuro.

I sogni che fanno riferimento ai ricordi del passato sono evocativi e fanno riferimento a quelli del presente, quindi ai desideri, paure e aspettative.

I sogni futuristici invece sono predittivi.

L’attività onirica, vista in quest’ottica, altro non è che uno strumento di comunicazione per l’uomo di conoscere il futuro mediante il divino.

Sigmund Freud

Sigmund Freud è stato l’artefice della psicoanalisi moderna.

La sua opera infatti è la via d’accesso ai contenuti inconsci della psiche umana.

Dal 1900 infatti, l’interpretazione dei sogni di Freud segnano una svolta decisiva.

L’attività onirica assume il riconoscimento di comunicazione tra l’essere umano e la sua mente più nascosta.

Freud credeva fermamente al valore del sogno e al mondo onirico.

Secondo la sua teoria, l’associazione che avviene durante l’attività onirica è condizionata dal contesto sociale e culturale dell’individuo.

Ed è l’individuo stesso ad attribuirne un significato sotto forma di comunicazione.

Il processo di distorsione diviso da Freud, affermava che fosse applicato a desideri repressi, formano un sogno in quattro passaggi.

Condensazione: è l’oggetto nel sogno che rappresenta diverse associazioni e idee.

Quindi i sogni brevi, esigui e laconici se confrontati con la gamma e la ricchezzza del pensiero onirico.

Spostamento: Il significato emotivo di un oggetto è separato dalla sua reale definizione o contenuto e si aggrappa a una completamente diversa, che non desta il sospetto del censore onirico.

Visualizzazione: è quando il pensiero è tradotto in una immagine.

Simbolismo: un simbolo sostituisce un’azione, una persona o un’idea.

Oltre a queste operazione vi è la elaborazione secondaria: Il risultato della naturale tendenza del sognatore a elaborare una sorta di senso o storia partendo dagli elementi manifesti.

L’interpretazione psicoanalitica dei sogni per Freud, è la via maestra per la conoscenza delle attività inconscie della mente.

In conclusione il sogno è l’espressione deformata di un desiderio represso, sempre collegato a un fatto emotivo della primissima infanzia sprofondato nell’inconscio.

Carl Jung

Jung è stato uno psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero.

Vicino alle concezioni di Sigmund Freud, elabora la teoria della psicologia analitica o psicologia del profondo.

Secondo Jung, la vita dell’individuo è vista come un perscorso di realizzazione del sé personale a confronto con l’inconscio individuale e collettivo.

Tra i molteplici suoi lavori, gli ultimi scritti si concentrano sull’Alchimia e l’Astrologia, mettendo in luce il significato alchemico come ricerca spirituale.

La teoria consiste nell’identificazione delle analogie esistenti tra i processi alchemici e quelli legati alla sfera dell’immaginazione.

In particolare a quella onirica hanno una corrispondenza nel processo di individuazione intesa come scoperta dell’essere interiore.

L’alchimia invece è la proiezione materiale degli archetipi dell’inconscio collettivo.

L’Interpretazione dei Sogni

L’analisi, e con essa l’interpretazione dei sogni, sono la pietra miliare della Psicoanalisi.

Freud espresse la sua concezione secondo la quale Il sogno è la via maestra per esplorare l’inconscio.

I sogni sono oggetto di interesse e curiosità, capirne il messaggio e il significato può essere di aiuto per ognuno di noi.

Sulla base delle concezioni teoriche di Freud, il sogno va comunque interpretato secondo l’immagine del singolo sognatore legato al suo ambiente di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *