Perché gli insetti sono il futuro dell’alimentazione?

12

Perché gli insetti sono il futuro dell’alimentazione?

Ebbene sì, anche gli insetti faranno parte della nostra linea alimentare.

La UE ha approvato le nuove regole per l’autorizzazione dei nuovi alimenti.

Considerati il cibo del futuro, insetti, larve, vermi, scorpioni e ragni, entrano a far parte della nuova catena alimentare.

A partire dal 2018 dunque, anche Insetti e derivati saranno sulle nostre tavole.

Cibarsi di insetti, perché?

Secondo l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura, gli insetti vengono già utilizzati come alimenti in 90 Paesi del mondo.

Tra gli insetti più consumati ci sono i coleotteri, seguiti dai bruchi, api, formiche e vespe, cavallette, locuste e grilli, e in previsione ci sarebbero anche meduse e alghe.

Cibarsi di insetti sembra avere i suoi vantaggi, i sostenitori dell’Entomofagia sostengono che dagli insetti il corpo umano ne riceverebbe adeguatamente le proteine e grassi buoni.

L’Entomofagia è la pratica di cibarsi di insetti.

Secondo la Fao alimentarsi con questi animali potrebbe essere un’opportunità per migliorare la nutrizione nei Paesi in via di sviluppo.

Le ricerche in merito evidenziano quanto gli insetti siano ricchi di proteine e grassi buoni, di calcio, ferro e zinco.

Sotto questo aspetto quindi, avrebbero anche un basso impatto ambientale perché consumano pochissima energia e poca acqua.

Ma fino a che punto gli italiani sono disposti a cibarsi di insetti?

Print Friendly, PDF & Email
Vuoi Ricevere le Ultime News? Iscriviti alla Newsletter!
12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento