Perché i Batteri della Flora intestinale potrebbero curare la Sclerosi Multipla?

Perché i Batteri della Flora intestinale potrebbero curare la Sclerosi Multipla?

I batteri che compongono la flora intestinale sono diventati cruciali per la salute dell’organismo.

In questo senso alcune ricerche mettono sempre più in evidenza sperimentazioni che ne dimostrano la loro importanza.

Secondo un recente studio infatti gli esperti avrebbero isolato un batterio chiamato ‘Pretovella histicola‘ prelevato dagli intestini di soggetti sani, iniettandolo poi in modelli animali di Sclerosi multipla.

La Sclerosi multipla è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario del soggetto va in tilt e distrugge la guaina isolante dei nervi, la mielina, determinando danni neurologici progressivi.

Secondo gli esperti quindi, dopo il risultato positivo ottenuto dall’esperimento, potrebbe essere il punto di partenza per testare il batterio su pazienti con questo tipo di malattia.

I pazienti con Sclerosi multipla, sempre secondo alcuni studi recenti, presentano alterazioni della flora intestinale e sono carenti o privi del batterio Prevotella histicola.

In conclusione, la scoperta del batterio potrebbe essere usato come terapia contro la malattia.

La medicina in questo senso si avvia verso una nuova era di ‘farma-microbi‘, farmaci usati per curare malattie dalla Sclerosi multipla, all’autismo al Parkinson.

Print Friendly, PDF & Email
Vuoi Ricevere le Ultime News? Iscriviti alla Newsletter!
12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento