Perché il 6 gennaio si celebra l’Epifania?

12

Perché il 6 gennaio si celebra l’Epifania?

L’Epifania è una festività cristiana.

Celebrata dodici giorni dopo il Natale, nella religione cattolica e anglicana è una delle massime solennità celebrate assieme alla Pasqua, il Natale, la Pentecoste e l’Ascensione.

Epifania del Signore, nome completo, è quindi una festa di precetto, un giorno in cui, nella Chiesa cattolica, vi è l’obbligo di partecipare alla Messa.

Per le Chiese occidentali e per quelle orientali che seguono il calendario gregoriano, si festeggia il 6 gennaio.

Per le Chiese orientali che seguono il calendario giuliano, basato sul ciclo delle stagioni, si celebra il 19 gennaio.

Nei Paesi in cui invece non è una festività civile, viene spostata alla domenica tra il 2 e l’8 gennaio.

Cosa significa l’Epifania del Signore?

Il termine Epifania indica l’azione o la manifestazione di una qualsiasi divinità mediante miracoli, visioni, segni, ecc..

Secondo alcuni documenti storici, l’Epifania veniva celebrata come la ‘manifestazione del Signore al mondo‘ assieme alla Natività di Gesù Cristo.

Storicamente la celebrazione dell’Epifania è la ‘Manifestazione della divinità di Gesù all’umanità‘, la visita dei ‘Re Magi‘ nel Cristianesimo occidentale, e il ‘Battesimo di Gesù‘ in quello orientale.

Teologicamente con l’Epifania si celebra la prima manifestazione della divinità di Gesù all’intera umanità, con la visita solenne, l’offerta di doni significativi e l’adorazione dei Magi.

Per la tradizione cristiana è un avvenimento di fondamentale importanza, secondo il Vangelo di Matteo i Magi, guidati in Guinea da una stella, portano doni a Gesù bambino riconosciuto come ‘re dei Giudei‘.

I doni portati dai Re Magi, Melchiorre, Gaspare e Baldassarre, sono Oro, come omaggio alla sua regalità, Incenso, come omaggio alla sua divinità, Mirra, come anticipazione della sua futura sofferenza redentrice.

Festività dell’Epifania

Nelle Chiese orientali, dove è seguito il calendario giuliano, il 7 gennaio si celebra la Nascità di Gesù e di conseguenza l’Epifania è celebra il 19 gennaio.

Nella Chiesa latina l’Epifania è parte del tempo di Natale e di norma cade il 6 gennaio, mentre nelle Paesi in cui non è festa di precetto, si celebra nella domenica che cade tra il 2 e l’8 gennaio.

Nella forma straordinaria del rito romano, nella Chiesa anglicana e in diverse Chiese protestanti, l’Epifania dà inizio a un periodo del calendario liturgico della durata di 8 giorni.

Le domeniche e festività del calendario liturgico:
6 gennaio: Epifania del Signore
1° domenica dopo l’Epifania: Festa della Sacra Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe.
13 gennaio: Commemorazione del Battesimo di nostro Signore Gesù Cristo.

Folclore e Tradizione dell’Epifania

Nelle varie culture la celebrazione dell’Epifania si accompagna a simboli e tradizioni diverse.

La Stella di Betlemme, che guidò i Magi a fare visita a Gesù appena nato
L’accensione di fuochi augurali, come culto solare.
Lo scambio di doni come quelli associati in Italia dalla Befana.
Le feste popolari.
La tradizione dei regali ai bambini nella calza appesa, dove possibile, al camino.
Dolce con dentro la figurina di uno dei Magi.
Nell’Europa orientale la tradizione di ripescare una croce di legno in acqua gettata da un ministro del culto.
In Italia, come tradizione religiosa, si leva il Bambino dal Presepe, come tradizione profana, si festeggia la Befana.

Print Friendly, PDF & Email
Vuoi Ricevere le Ultime News? Iscriviti alla Newsletter!
12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento